martedì 27 marzo 2018

Il mio Huevos Rancheros per il Club del 27




Eccoci arrivati a fine Marzo ed ecco la mia partecipazione al Club del 27. Ormai lo conoscete, vero? Ci siamo impegnate a ripetere le ricette del libro The Perfect Egg e tra le molte ho scelto questa e devo dire che è semplice e molto buona.
Ho fatto alcune variazioni: avrei dovuto usare il formaggio Cotija che non ho trovato, quindi l'ho sostituito con dell'Asiago pressato. La ricetta originale prevedeva la foglie tritate del coriandolo di cui non sopporto nemmeno l'odore... le ho sostituite con i semi di coriandolo tritato che invece mi piacciono molto. Infine, visto che seguo un programma alimentare e mangiamo leggero ho tostato le tortillas invece che friggerle.


INGREDIENTI:

Per la salsa di pomodoro:

 di tazza di passata di pomodoro
½ cucchiaino di aceto di vino bianco
1 pizzico di zucchero
4 pomodori ramati senza semi e tagliati a dadini
½ cipolla piccola tagliata a dadini
1 spicchio d'aglio tritato
2 cucchiaini di semi di coriandolo tritati
Succo di 1 lime
Sale
Pepe nero

Per le uova:

4 tortillas di mais
1 lattina di fagioli neri cotti
4 uova
¼ tazza di formaggio  sbriciolato, per guarnire
Olio
Sale

Per servire:

Guacamole
Salsa piccante

PREPARAZIONE:

Per iniziare preparate la salsa al pomodoro:
unire la passata di pomodoro, l'aceto e lo zucchero in una piccola casseruola, portare a ebollizione e cuocere a fuoco lento per 5 minuti. Spegnete il fuoco e lasciate raffreddare.
In una ciotola unite i cubetti di pomodori, cipolla, aglio, il succo di lime e mescolate per amalgamare bene. Aggiungete la salsa al pomodoro raffreddata, mescolate bene e condite con il trito di semi di coriandolo, sale e pepe. Mettete da parte la salsa.
Coppate le tortillas alla misura di circa 14 centimetri e scaldate una padella antiaderente a fuoco medio-alto. Quando è calda aggiungete le tortillas e tostatele per circa 2 minuti su ciascun lato, o fino a che diventino croccanti. 
Mettetele su un piatto ed aggiungete i fagioli neri sopra ogni tortilla, tenendo i piatti al caldo.
Cuocete le uova con un filo d'olio un pizzico di sale, lasciando il tuorlo crudo. Trasferire ogni uovo sopra i fagioli, aggiungete un po' di salsa e una spolverata di formaggio. Servite a piacere con della salsa piccante.



La cosa più goduriosa è rompere il tuorlo e farlo colare per mangiarlo mischiato al resto.




Tutte le ricette di
TI FACCIO N'UOVO
le trovate su MTChallenge



giovedì 15 febbraio 2018

Risotto con Barbabietola cruda e Gorgonzola



Questa ricetta è stata una piacevolissima sorpresa, avvenuta un po' per caso ma da riproporre sicuramente.
E' parecchio che non posto sul blog perchè ho intrapreso un secondo lavoro e il mio tempo libero è sempre meno ma ho deciso che non voglio trascurarlo ulteriormente. Scrivere le ricette mi piace, mi rilassa e vorrei continuare a farlo.
Da un po' abbiamo cambiato la nostra alimentazione: consumiamo molta più frutta e verdura, meno dolci e prodotti grassi. Cerco di fare il più possibile in casa, anche se alcune cose richiedono molto tempo, visto che i prodotti confezionati non fanno molto bene.
Sabato siamo andati di nuovo al mercato di Milano ed abbiamo preso moltissima verdura, tra cui delle splendide barbabietole ma anche carciofi, puntarelle, finocchi... Una barbabietola l'ho usata per questo risotto, molto buono e anche molto semplice ma non limitatevi a questo! Messa in un estratto con della frutta è buonissima, provatela e fatemi sapere!

INGREDIENTI Per 4 persone:

360 gr di riso
1 barbabietola
50 gr di gorgonzola
1/2 bicchiere di vino rosso
Brodo vegetale (con il mio dado fatto in casa)

PREPARAZIONE:

Scaldate un tegame e versateci il riso. Fatelo tostare per un paio di minuti e sfumate con il vino, facendolo evaporare. Aggiungete un po' di brodo alla volta senza fare asciugare troppo il riso e mescolate. A cottura ultimata aggiungete il gorgonzola e la barbabietola grattugiata finemente. Mescolate bene per fare sciogliere il formaggio e per mantecare il risotto. Suddividete nei piatti e gustate caldo.

mercoledì 10 gennaio 2018

Ciambelline all'acqua con polpa di Frutta



Ormai da tempo cerco di mangiare in modo più sano, non per questo rinunciando al gusto ma usando dei piccoli accorgimenti. Da quando ho l'estrattore faccio molti succhi di frutta e verdura, quasi ogni giorno. Avanza sempre  polpa e per evitare di buttarla ecco la ricetta giusta. Queste piccole ciambelle sono leggerissime, senza burro, e vi permettono di recuperare quelli che sarebbero degli scarti ma, in realtà, sono tutt'altro.
Vi lascio la ricetta, spero che vi piaccia.

INGREDIENTI:

250 gr di farina tipo 1
250 gr di polpa di frutta avanzata da un estratto
150 gr di zucchero
150 gr di acqua
40 gr di olio di semi
1 pizzico di sale
1 bustina di lievito

Per decorare:

Zucchero a velo

PREPARAZIONE:

Mettete in una ciotola l'acqua e l'olio, aggiungete lo zucchero, la polpa di frutta e mescolate. Unite la farina, il lievito, il sale e con la frusta ottenete un composto denso e omogeneo. Oliate e infarinate la teglia con le ciambelline, scuotetela per eliminare l'eccesso di farina e versateci dentro l'impasto con un cucchiaino, riempiendolo fino a metà. cuocete in forno preriscaldato a 180 gradi per 15-20 minuti. Fate raffreddare le ciambelline all'acqua e spolverizzatele di zucchero a velo.

martedì 9 gennaio 2018

Tartufi veloci di Pandoro alla Nutella







Da quando ho scoperto che i tartufi sono così facili e veloci da fare li propongo spesso in modi diversi. In questo periodo poi, per dar nuova vita a una fetta asciutta di pandoro o panettone sono l’ideale. Oggi ve li propongo così, con ricotta e nutella.
Vi lascio la ricetta, spero che vi piaccia.

INGREDIENTI:

300 gr di pandoro
200 gr di ricotta
120 gr di crema spalmabile alle nocciole
Cacao

PREPARAZIONE:

Frullate il pandoro ricavandone delle briciole ed aggiungete la ricotta e la crema alle nocciole.

Amalgamate il composto con le mani e ricavatene delle palline della dimensione che preferite. Fatele rassodare in frigo per almeno 30 minuti e rotolatele nel cacao. Riponete i tartufi di pandoro in frigo fino al momento di servire.

lunedì 8 gennaio 2018

Succo di Mango, Cachi e Kiwi


Un succo spremuto a freddo per iniziare la giornata è quello che ci vuole. Il mango, uno tra i miei frutti preferiti, è particolarmente ricco di vitamina A e contiene anche vitamina C, potassio e calcio.

Ecco come ho preparato questo succo.

INGREDIENTI:

1 mango maturo
1 cachi
2 kiwi
3 carote

PREPARAZIONE:

Montate sull'estrattore il filtro a fori piccoli. Sbucciate il mango, il cachi e i kiwi, raschiate la carota e tagliate tutto a pezzi. Inserite gli ingredienti alternandoli nell’estrattore e spremete il succo. Se non lo consumare tutto subito lasciatelo in frigorifero in una bottiglia di vetro chiusa con il tappo. Si conserverà fino a 24 ore.